Semina Nelumbo Nucifera (Loto)

Quest’anno ho provato la curiosissima e soddisfacente semina del Loto – Nelumbo Nucifera. All’inizio ero perplessa, non conoscendo proprio benissimo la semina delle acquatiche; solo dopo aver letto qua e la, che i semi hanno una vitalità anche millenaria, ho detto devo provare assolutamente, a dire il vero tante esperienze erano demoralizzanti, da alcuni racconti pochi loti su molti seminati resistevano. Però ho voluto provare lo stesso, e la mia esperienza è stata al 50%, a parte l’esasperazione che avevo all’inizio pensando alla sistemazione di 5 loti, sono tanti, e quei tanti avrebbero occupa molto spazio.

Tra l’altro, poiché tutti commettiamo errori, è giusto indicare anche quelli, quindi vi racconto anche come ho sbagliato la prima sistemazione dei loti. E anche l’errore di piantagione dei semi, e conseguente marciume.


I semi li ho acquistati su ebay, e sono arrivati il 21/03/16.

IMG_9188

E il giorno dopo ho fatto, impazientemente, la lavorazione per la semina.


Importante è scarificare il seme: se viene piantato lasciandolo intatto, si rischia di non veder mai germogliare niente, e ci vorranno molti anni perchè lo faccia in quelle condizioni.

IMG_9191

  • Per cui ho iniziato con un piccolo quadratino di carta vetrata in una mano, e nell’altra il seme di loto… una fatica!!Sconsigliato (in questo modo).
  • La seconda prova l’ho fatta con la limetta per unghie: non c’è verso, è proprio inutile anche solo partire con l’idea di usare la limetta.
  • Allora passo al coltello in una mano, e il seme di loto nell’altra: ancora una volta non è servito a nulla, solo dopo mi sarà utile! In questo modo ho solo avuto modo di scolpirmi il dito.
  • Allora cambio: carta vetrata poggiata sul tavolo, e tenuta ben salda, nell’altra mano il seme, poggiato pesantemente sulla carta vetrata e cercando di limarlo. Niente da fare, solo un bel modo per limare le unghie storte.

I risultati fino ad ora sono stati molto deludenti.

IMG_9192


Comincio con illustrare il seme, per capire il modo corretto per operare.

Nella foto ho messo 4 semi, per mostrare come si presenta il seme in ALTO ed in BASSO, e poi prima e dopo la scarificazione.

  • La parte bassa ha 2 piccole protuberanze, da intero, e si può vedere come si presenta dopo.
  • La parte alta ha invece una piccola rientranza, e anche qui si vede come si presenta dopo, al contrario della parte bassa, quella alta è staccata dal tegumento, rientra, ed ha una piccola sporgenza.

IMG_9194

Viste le foto, ora si capisce che il punto da cui bisogna iniziare è proprio la parte alta:

  • ho scartavetrato li in cima, e una volta venuto via il tegumento si intravede la parte marroncina;
  • a quel punto si può lavorare con il coltello, pian piano (mi raccomando altrimenti si rovina il seme) si eliminano parti di tegumento: c’è chi lo toglie tutto, e chi solo in parte, direi che è abbastanza anche solo la cima, anzi è anche meglio così il seme è maggiormente protetto una volta messo in terra (errori ne ho fatti parecchi). L’importante è dare la possibilità al seme di germogliare;
  • io ho tolto appunto in cima, e poi ho scartavetrato anche il fondo, e tolto un po’ anche li, e sul fianco, l’altro fianco invece l’ho lasciato.

Ora invece è il momento della semina. Per questo ho preparato un fondo di bottiglia, e ci ho messo dell’acqua tiepida di rubinetto, non troppa. Dopo di che messi i semini sul fondo, uno per parte.

IMG_9195

Ora si gonfieranno un po’.


Il momento dell’attesa

Dopo pochissimi giorni (precisamente 6) il 28.03.16 sono quasi germogliati i primi 3 semi

IMG_9415

Mentre il giorno dopo il 29, sono germogliati tutti.

IMG_9426

31.03.16

IMG_9492

02.04.16

IMG_9569


Ci siamo quasi

Ormai son passati diversi giorni (07.04.16) e i piccoli Loto sono cresciuti.

IMG_9735IMG_9736

E’ arrivato il momento di preparargli un substrato fatto di terra di giardino e sabbia.

Mi raccomando quando si pianta di tenere i semi fuori dalla terra.

Eccoli dopo averli piantati.

IMG_9761IMG_9772

Il giorno 10.04.16, ho provato a metterli nel laghetto, da dentro i fondi di bottiglia.

Le piante crescevano, con l’unico problema che a volte, me le ritrovavo  in orizzontale sull’acqua, però non mi hanno mai dato problemi.

Quando si riempie di acqua, assicurarsi sempre di colmare in modo che la foglia rimanga fuori dall’acqua e non sommersa.


Ora il trapianto vero e proprio.

Il primo errore, nel piantare i semi di loto, è quello di infilare il seme nella terra.

NOOOOO. Non c’è nulla di più errato. Man mano che le piante crescono faranno le radici appena sotto il germoglio, quindi in cima al seme.

Proprio per questo motivo è bene piantare la piantina con il seme al di fuori della terra, altrimenti si rischiano marciumi (come è successo a me), il seme ancora attaccato alla piantina, va pian piano marcendo e di conseguenza si porta dietro di se anche lei, purtroppo.

Approfittando di un momento di galleggiamento, ho fatto la foto alla pianta e alle sue radici, e come ho spiegato prima, le radici si trovano nel fusticino uscito dalla cima del seme, quindi vanno interrate le radici e lasciato fuori il seme.

Si dice di interrare i germogli prima di 30 giorni da quando germogliano, perchè dopo quel periodo avranno fatto le radici e sarebbe un po’rischioso maneggiarle.

IMG_0243

Comunque, preparato il telo con terra da giardino, inserito il seme (purtroppo in modo errato), e messo tutto bene, consiglio poi di mettere sulla terra uno strato finale di sabbia e poi uno strato compatto di ghiaia, in modo che versando l’acqua nei contenitori (mastelli, laghetti, secchi ecc…) la terra non si alzi in acqua.


Ecco il laghetto con il loto (si nota appena la foglia, al centro della foto, in basso, si vede poco poco una piccola fogliolina verde chiaro).

IMG_0558

La pianta è durata parecchio, ha fatto 2 foglie, e una terza ancora sotto, e dopo poco una a una sono annerite, ma mano che si toglievano la pianta anneriva, per poi un giorno cercarla nella terra, e scoprire che era marcita completamente.


Un’altra l’ho piantata il 04.05.16 in un secchio (altro errore, ho messo poca ghiaia in cima, deve essere proprio coperto), anche li stessa cosa, sono andate avanti, fatte due belle foglie, e poi man mano annerivano, finchè non è marcita.

IMG_0563


Ecco come si vedevano le foglie in acqua.

IMG_0898
Nel secchio
IMG_0897
Nel laghetto

Nel laghetto, subito dopo ne ho messa un’altra, che non ho più ritrovato, ed un’altra ancora. Questa, trovata con il seme marcio dopo poco.

Un’altra che ho messo più avanti in un secchio, ha annerito tutte le foglie, ho provveduto ad eliminarle, ed eliminare anche parte di fusto annerito, in più è importante abbassare il livello dell’acqua in modo che le parti rimaste non siano sommerse. Per ora è ancora viva, chi sa :). Al massimo ritento 🙂


Tutto sommato la mia esperienza è stata positiva!! Non avrò avuto chi sa che grandi risultati, ma ho avuto modo di imparare dai miei errori, e se sbaglierò ancora, avrò modo di correggerli ancora una volta. 😊

🌱


Buona semina 🙂

VOTA SU DIGGITA 

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giusy ha detto:

    Sei fantastica…pure la semina delle piante acquatiche…che meraviglia…tu hai il pollice magico…penso sia quasi una sorta di mission impossibile!!! BRAVISSIMA!!!

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Haha addirittura magico, no dai non così tanto. Quei livelli li devo ancora raggiungere, ci sono tante battaglie in giardino, tante volte mi affliggo perchè qualche pianta mi lascia da un momento all’altro, non sono purtroppo tutte rose fiori.
      Però sai non è difficile far germogliare le piante acquatiche 🙂 con i semi di ninfee tropicali non sono riuscita, ma il loto è semplice 🙂
      Comunque grazie Giusy 😀

      Liked by 1 persona

    2. Giusy ha detto:

      Non essendomi mai cimentata mi sembra difficile

      Liked by 1 persona

    3. Patalano Federica ha detto:

      Beh è anche normale, anche io se non ho mai provato qualcosa magari può sembrarmi difficile, ma poi quando si prova ci si ricrede 🙂 Te lo consiglio. E poi parlerò anche delle piante acquatiche perchè è semplice tenerle, per le ninfee basta un secchio 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...