I quaderni dell’Art Theraphy

L’autunno è già iniziato, le giornate si sono raffreddate, e come i lavori in giardino sono diminuiti, il freddino ti fa passare più tempo in casa (anche se le visite al giardino sono sempre costanti). E così oltre alle semine autunnali, alle cure prima del ricovero invernale, ci sono altre cose da fare in casa, come gli amigurumi con l’uncinetto, che ho iniziato da poco ma sono rilassantissimi, pianificare i lavori in giardino e orto l’anno dopo, pianificare le semine, le cure, leggere, oppure perché no, anche colorare :).

Eh si, proprio colorare. Rilassa tantissimo, e ti fa pensare molto, fa ragionare su tutto ciò che siamo e che ci circonda.

Quest’articolo è dedicato ai 5 libri di Art Theraphy di Lucilla Satanassi.

Qui il link= I Quaderni di Art Theraphy


 

Anche in questo caso non potevano mancare le piante, d’altronde rappresentano la mia vita, sono presenti sempre :)… e queste, in particolare, sono piante speciali: i Fiori di Bach.

Art theraphy e Fiori di Bach

Art Therapy e Fiori di Bach Lucilla Satanassi
E’ un quaderno con le illustrazioni da colorare delle piante, e soprattutto con la descrizione dei benefici che apportano una ad una tutte queste 38 piante.
I fiori di Bach sono davvero utili, lavorano affondo, dentro di noi, e ci danno una mano ad affrontare ciò che più ci spaventa e ci blocca. Purtroppo ogni persona ha qualcosa da affrontare con se stesso, è il cammino che facciamo, è inevitabile.
Inoltre con questo quaderno, si ha la possibilità di liberare la fantasia, colori, linee, forme, si ha il tempo di concentrarsi, di esaminarsi, di portare i nodi al pettine, di trovare quel tempo per se stessi.


 

E poi i quaderni tematici:

  • Sono Coraggioso - Quaderno Tematico Lucilla SatanassiSono coraggioso 
  • Non Sono Solo - Quaderno Tematico Lucilla SatanassiNon sono solo
  • Vivo Qui e Ora - Quaderno Tematico Lucilla SatanassiVivo qui e ora
  • So Cosa Voglio - Quaderno Tematico Lucilla SatanassiSo cosa voglio

Ognuno di questi libri si basa sul problema in questione. Tante volte capita di star male per uno di questi motivi, e per ognuno è soggettivo, per ogni problema ci sono mille pagine e sfumature diverse, sensazioni diverse che sembrano problemi a cui la soluzione è ben lontana. Grazie a questi quaderni si può aver modo di pensare, di trovare una soluzione dentro se stessi, di trovare la forza per poter superare gli ostacoli. In ogni quaderno tematico ci sono le piante che possono aiutare ad affrontare il problema. Si tratta sempre di un percorso lungo, e bisogna essere positivi, e avere la forza e la volontà di affrontare quei momenti. Dipende tutto da se stessi, non si trova un qualcosa di miracoloso che può affrontare i problemi, ma tutto dipende da se, e dal modo in cui si vede la vita.


 

Purtroppo anche io ho avuto un brutto periodo nero! Dei Fiori di Bach ho usato l’Emergency Remedy o Rescue Remedy nei casi di ansia e attacchi di panico, al momento del bisogno. Mentre per la cura principale ho usato il macerato idroalcolico di Iperico, non è un rimedio di Bach, ma mi è stato veramente utile unito al Rescue Remedy che usavo spesso durante il giorno.

Consiglio davvero di ritagliarsi qualche minuto nelle proprie giornate per poter pensare e riflettere su se stessi, e su ciò che vi tormenta.

L’Art Theraphy è di aiuto, è da un po’di tempo che ogni tanto passo il mio tempo colorando :).

Annunci

21 commenti Aggiungi il tuo

  1. infuso di riso ha detto:

    cara fede mi spiace ora stai meglio?
    ps x l art therapy anch io voglio cominciare ad appassionarmici:)))
    bacio grande

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Ciao Daniela 🙂 si si, è stato l’anno 2013, da inizio autunno fino all’inizio dell’estate dopo, un incubo, da li ho iniziato a soffrire pure di meteoropatia. Pian piano ce l’ho fatta, è stata dura, non uscivo nemmeno più tanto a controllare le piante, nonostante mi dispiacesse, ma stavo male a far tutto, ansie e panico erano all’ordine del giorno, è stato un anno terribile.
      Allora ancora non conoscevo l’art theraphy. Però si ti consiglio davvero di provarla, lo senti davvero il relax mentre colori 🙂
      Un bacio grande anche a te 🙂

      Liked by 1 persona

    2. infuso di riso ha detto:

      provo e poi ti farò sapere…
      bacio grande cara e mi spiace tanto per quel tuo periodo ..

      Liked by 1 persona

    3. Patalano Federica ha detto:

      Eh, dai, per fortuna è passato, meglio non ricordare, soprattutto quando i periodi così vengono fuori senza motivo alcuno.
      Certo comunque, ci conto :). Fammi sapere 🙂 Bacio.

      Liked by 1 persona

  2. lucia ha detto:

    Sono d’accord con te…tenere le mani occupate ad uncinettare e colorare rilassa e rasserena….come un pò tutti i lavori fisici….io amo svariate attività…disegnare, colorare e tricottare sono fra queste….un abbraccio

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Infatti 🙂 Sono attività utilissime e belle, da continuare a fare. Aiutano molto. E poi son soddisfazioni personali vedere quante cose si è in grado di fare 🙂
      Mi fa piacere che anche a te piacciano queste attività 🙂
      Un abbraccio 🙂

      Mi piace

  3. Anche io ho usato l’sos rescue ma ammetto che non mi ha dato grosso aiuto purtroppo per gli attacchi di panico……
    Ma colorare? Quello lo adoro e non ho mai smesso da quando sono bambina….!!

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Anche tu ne soffri?
      E’ molto soggettivo comunque. Dipende anche da quanto è acuto penso. E soprattutto dalla difficoltà nell’affrontarlo, purtroppo ne abbiamo chi più chi meno, e quando arrivano problemi che spaventano è anche dura da superare.
      Brava!! Fai benissimo a continuare a colorare!

      Mi chiedo come tanta gente possa giudicare le persone bambine, solo perchè guardano i cartoni animati, o posseggono dei pesci, o colorino, o facciano qualsiasi cosa che fanno i bambini, non è questo che deve portare a giudicare una persona, ma ben altre cose (purtroppo per esperienza personale ho espresso il mio parere).

      Liked by 1 persona

    2. Non credo che debba esserci qualcuno che deve giudicare come logici e accettabili i miei passatempi, un pittore è forse considerato un “bambino che non vuol crescere”? Mica tutti siamo così bravi, ci si rilassa e ci si prende del tempo per sé nel modo che ci fa stare meglio, ogni persona ha il suo on può essercene uno che va bene per tutti, sono d’accordo con te…..

      Liked by 1 persona

    3. Patalano Federica ha detto:

      Infatti infatti!! Concordo appieno!
      Il bello è che quando le persone sono intente a giudicare lo fanno per invidia, e perchè stanno peggio di noi, e non ci pensano a queste cose! In poche parole dovrebbero farsi un pochino di più i fatti loro, e trovarsi un hobby rilassante 😂

      Liked by 1 persona

  4. fitoterapiapratica ha detto:

    Art terapy e fiori di Bach è bellissimo!!!! Grazie dello spunto!

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Di nulla 🙂 grazie a te del passaggio.
      Ma ce l’hai il libro? 🙂

      Liked by 1 persona

    2. fitoterapiapratica ha detto:

      No non ce l’ho, infatti leggendo il tuo articolo mi sono fiondata a cercarlo online e ho deciso che DEVO averlo 😍

      Liked by 1 persona

    3. Patalano Federica ha detto:

      Ah che bello, mi fa molto piacere averti dato spunto allora 🙂
      Fammi sapere 🙂

      Liked by 1 persona

  5. Gocce di Salute ha detto:

    Io ne ho uno con i Mandala, mi aiuta moltissimo contro ansia sociale e depressione. Trovo che favorisca la meditazione 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Ah ti capisco, anche io ho ansie sociali purtroppo. Si infatti, è un metodo utilissimo per se stessi, anche se non sembra, una volta provato lo si può ben capire 🙂

      Liked by 1 persona

    2. Gocce di Salute ha detto:

      È dura, ma siamo forti 💪

      Liked by 1 persona

    3. Patalano Federica ha detto:

      Dobbiamo esserlo, in qualche modo 🙂

      Liked by 1 persona

  6. ortistidistrada ha detto:

    Grazie Federica per l’articolo.
    Ma così non si perderà la capacità di creare? Ci abitueremo a colorare dentro confini prestabiliti?.. Ho paura che l’art therapy sia un nome marketing dove l’ “Art” non c’entra un baffo.. 😦 Un saluto

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Penso che colorare sia comunque una forma di arte, non da tutti, ognuno la esprime poi a modo suo. Inoltre ci sono persone purtroppo che non colorano neppure, e secondo me aiuta il fatto che ci siano libri da colorare, così da incuriosire magari, chi lo sa.
      Capisco però il fatto che non sia bello colorare dentro linee prestabilite, difatti esprimersi facendo qualcosa di personale è meglio ancora. Mettiamo che è una buona cosa l’Art therapy in momenti difficili. Poi magari se ci si aggiunge anche l’arte vera e propria partendo da un foglio bianco, ancora meglio. Da ancora più modo di esprimersi.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...