Pernettya: semina

Le bacche così belle, che sembrano quasi decorazioni natalizie, di questi periodi si trovano abbondanti su queste piante.

IMG_7604.JPG


L’hanno scorso ho seminato i semi di questo genere, a bacche viola e, successivamente, a bacche bianche.

La bacca era mezza aperta, e l’avevo avvolta in un pezzo di carta da cucina, e messa via, perchè la mia intenzione era di aspettare primavera per seminare. Invece, durante uno dei miei controlli alle varie “bustine” di semi, mi ritrovo la bacca con dei piccolissimi fili e minuscoli puntini arancio in cima, che sbucavano leggermente fuori da essa, benissimo erano già germogliati, le condizioni erano favorevoli (bacca aperta, fondo umido, e temperatura calda).

23.11.2016

Questo slideshow richiede JavaScript.

A quel punto ho preparato un mix di terriccio torboso, sabbia e ghiaia, preparato il vasetto con fondo di ghiaia, riempito, e poi i semi ancora chiusi li ho sparsi sul terreno ricoprendoli con un leggerissimo strato di miscuglio (essendo semi piccoli vanno coperti poco), mentre quelli germogliati ad uno ad uno li io inseriti delicatamente nel terreno.

Per la semina non serve aspettare primavera, generalmente le bacche cadono dalla pianta, alcune già in questo periodo, e si autodisseminano. Altrimenti semplicemente basta raccoglierle e seminarle ora.

Ecco i germoglietti nel terreno. Che uscivano a tutto andare.

img_7880


Dopo un mesetto ho trovato, e seminato (14.12.2015), quelli di bacca bianca. Purtroppo non ho fatto le foto alla bacca.


I semi hanno alta facoltà germinativa, una volta seminate in terra, anche a distanza di un anno continuavano a germogliare. Gli unici problemi provengono dalle lumache, che le divorano letteralmente! Ci si sono messe anche delle micro lumachine, che sono bellissime, e minuscole, ma combinano di quei guai. Altrimenti alcune piantine germogliavano e successivamente morivano. Mi è anche capitato, una volta, che il vaso cadesse. Hanno germogliato fino a qualche mese fa, le ultime le hanno mangiate le lumache nonostante avessi coperto il vaso con un fondo di bottiglia per proteggerle, vedremo se sbuca ancora qualcosa. Per cui le sperimentazioni per stavolta sono andate così. Ci riproveró. Ma almeno posso parlarvi di come seminarle.

Altra importante informazione è che la pianta è dioica, quindi per produrre le bacche ha bisogno di un’altra pianta al suo fianco, altrimenti non le farà mai da sola.

 

Alberi & Arbusti Alberi & Arbusti

Compralo su il Giardino dei Libri

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. E’ una pianta davvero molto bella. Detto da me forse ha poco significato visto che per me le piante sono tutte bellissime ❤

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Ah non me lo dire, a chi lo diciiii, le piante sono meravigliose!! tutte. Hanno ognuna la sua particolarità. Sono belle ognuna nei loro piccoli-grandi dettagli. 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Caramello Salato ha detto:

    Sono davvero molto belle all’interno, spero di imparare qualcosa anche io su come far crescere le piantine perché al momento sono proprio negata 😦

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Ma si che puoi imparare, veramente! Anche io ho imparato da 0, ma davvero 0, perchè non sapevo niente di niente, la mia dolce metà mi ha fatta incuriosire un sacco e ho cominciato da qualche semino e qualche paletta di pianta grassa, da li mi si è aperto un mondo, ricordo ancora il primo anno che prendevo le piante o i bulbi e li piantavo nel terriccio scadentissimo dei sacchi, senza fare miscugli, quindi un disastro assurdo, quanti rizomi mi sono morti, quante piante marcite per troppa acqua, poi ho cominciato a usare la sabbia, ma il terriccio era comunque errato, diciamo che per i miscugli di terra ci ho messo 4/5 anni per trovare la miscela perfetta per quasi tutte le piante. Per la coltivazione ci sono certe piante che sono davvero semplici, e basta sapere il necessario, mentre altre che risultano complicate anche col tempo, e dopo vari tentativi non ci riesco ancora, ne è un esempio la saxifraga, e anche altre comunque. Ma ricordare l’inizio e che quando prendevo qualche pianta mi fiondavo su internet a caccia di informazioni per non farle morire e per farle vivere e crescere, ho ancora le scene impresse, dove per me girare su internet e leggere info su di esse sembrava stranissimo, scrivevo un sacco sui fogli, anche per le piante come le bulbose che in realtà sono semplicissime! E poi ho preso tanti tanti libri col tempo, ora il fatto di prendere libri più che per la coltivazione è per il gusto di leggerli, di imparare dei trucchetti in più, e di avere una libreria piena, cosa che adoroooo 🙂
      Comunque tutto ciò per dire che puoi assolutamente imparare a coltivare le piante 🙂 basta un po’di pazienza e tante informazioni 🙂 E soprattutto non arrendersi mai. 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...