Laghetto: piante sotto ghiaccio, trattamento invernale

img_5595


Il laghetto finchè è primavera/estate da tranquillità, da quando ce l’ho (2016), per tutta l’estate ci sono passate diverse piante:

  • Loto
  • Azolla
  • Lemna Minor
  • Eichhornia Crassipes
  • Rotala Indica
  • Pistia Stratiotes
  • quelli che avevano estirpato dal canale e ho pensato bene di salvare, e che dovrebbero essere Iris d’acqua

E fuori dal laghetto nei secchi:

  • Azolla
  • Lemna Minor
  • Lemna Major
  • Talee di Rotala
  • Talee di Eichhornia
  • Ninfea Marliacea Carnea
  • Oenanthe Javanica

Già da prima invece (estate 2015), in un piccolo secchio c’è la:

  • Ninfea Attraction.

Autunno

Stanza fredda:

12.10.2016 fuori ci sn 8° al mattino, ho selezionato alcune piante di Eichhornia Crassipes (giacinto d’acqua), e le ho messe in secchi e contenitori con acqua.

La stessa cosa l’ho fatta con la Pistia, ho prelevato tutte le piantine e le ho messe in un secchio con l’acqua.

Le ho messe in stanza fredda dove le temperature stanno sui 10°, queste piante non devono scendere al di sotto dei 5°.

Laghetto:

Nel laghetto ho lasciato invece la Lemna minor, e la Rotala Indica (che sto testando quest’inverno e su cui non ho trovato informazioni utili) e in più ho lasciato moltissima Eichhornia (a malincuore ho dovuto decidere così, anche se mi dispiace destinarle a una fine certa) sia perché si era veramente espansa molto e ricoverarle tutte occuperebbe moltissimo posto, sia perché rimanendo in superficie ripara un po’i pesci.

Secchi:

Nei secchi all’esterno ho lasciato Ninfea Attraction, Ninfea Marliacea Carnea, Lemna Minor, Lemna Major, talee di Rotala Indica, Oenanthe Javanica.


Periodo di Novembre

Serra:

Ho messo al riparo in serra i contenitori con le talee di Rotala, la Oenanthe Javanica, l’Azolla, e un po’di Lemna che si trovava all’interno.

Laghetto:

Si formano un sacco di alghe! Molto più che in estate! E manualmente le estraggo regolarmente.


Comincia a gelare

Secchi:

17.12.2016 oggi fuori verso le 12-13 c’era il secchio con la ninfea Marliacea Carnea e con le piccole lumache d’acqua, che aveva uno strato di ghiaccio al di sopra. Si incomincia bene. Di notte abbiamo toccato i -3°.

La Lemna Major intanto è scomparsa tutta, ma quella so che muore e deposita i “semi” sul fondo per rinascere a primavera, vedremo.

Laghetto:

Intanto la Rotala Indica che è rimasta nel laghetto, nonostante il freddo è ancora viva e vegeta.

img_5474

Stanza fredda:

L’Eichhornia Crassipes intanto, in stanza fredda, è tutta morta, sembra più viva quella fuori al gelo.

La Pistia regge, un po’ rovinata ma regge.


Gennaio

Che disastro. Il ghiaccio è arrivato anche al laghetto, e giorno per giorno si fa più solido.

Inutile parlare dell’Eichhornia Crassipes, oltre che in stanza fredda, anche in laghetto ovviamente, già prima che si formasse il ghiaccio lei era bella che partita. Quindi l’Eichhornia non esiste più.

img_5617

Secchi:

A inizio gennaio ho trovato il secchio con la Ninfea Marliacea Carnea e le lumachine con (questa volta) uno strato spesso di ghiaccio, ora l’ho spostata in serra.

Laghetto:

La Rotala Indica nel laghetto invece mi sta stupendo! (06.01.17) nonostante abbia preso varie volte delle ghiacciate così, sta ancora bene. Siamo arrivati a -6°

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pochi giorni dopo però il ghiaccio è aumentato, ora saranno minimo 2 centimetri, e questo arriva anche quasi al colletto.


08.01.17

Laghetto: 

dopo quasi una settimana di ghiaccio intenso , per preoccupazione ho poggiato una bottiglia di acqua calda sopra il punto in cui si trova il vaso, e pian piano ha sghiacciato quel punto, l’ho poi svuotata lasciando poca acqua e l’ho poggiata di nuovo li (la bottiglia), almeno il ghiaccio sta lontano dal colletto della pianta e posso sperare bene. Per ora la pianta risulta ancora verde e rossa, nei colori vivi che ha da viva e vegeta.

img_5607
10.01.2017 la rotala dopo qualche giorno con la bottiglia sopra.
img_5606
10.01.2017 il laghetto pieno di ghiaccio, piante gelate, e oggetti per evitare il gelo totale.

Se quest’anno prenderò ancora l’Eichhornia non commetterò più l’errore di lasciarlo nel laghetto una volta morto, meglio eliminarlo tutto appena inizia a morire. Anzi meglio ancora!!

Eichhornia: quando si ha la piantina è bene piantarla con le radici in vaso e tenerle nel laghetto dentro il vaso.

Serra, e poi stanza fredda:

lo stesso giorno, ho trovato il secchio con la Ninfea Attraction completamente congelato, e infatti questo è quello che mi preoccupa più di tutte le altre piante!! L’ho portato all’interno in stanza fredda. E ora lo lascio li. L’anno scorso non ha gelato così, per cui quest’anno è andata com’è andata. Ho avuto paura, ma dopo qualche giorno era scongelato, e le foglie ancora sane.

img_5614

Inoltre in serra c’erano le altre piante in contenitore, e le ho portate in stanza fredda anche loro, erano congelati, un cubetto di ghiaccio, ed erano di talee di Rotala, con Lemna Minor, Azolla e Oenanthe Javanica, ma il freddo era troppo forte anche per la serra.

img_5615

Invece già in stanza fredda la Pistia è rovinata, ma alcune reggono.

img_5616

Secchi all’esterno:

E qui i secchi di Lemna Minor.

img_5610

E Lemna Major che ormai non c’è più.

img_5611

Ninfea Marliacea Carnea in serra.

img_5613


Il 13.01.2017 anche il laghetto è stato salutato dalla neve.

Stanza fredda:

In quei giorni ho rivisto la ninfea Attraction (in stanza fredda), si è ripresa meravigliosamente, anzi sta pure allungando lo stelo fogliare. Ho messo lei e le due ciotole di talee di rotala in stanza più fredda, aspettando primavera. Il fatto è che il mastellino era diventato completamente un cubetto di ghiaccio, ma la ninfea è stata più forte!

La pistia però è peggiorata.


19.01.2017 Intanto al laghetto la situazione è migliorata. Già da qualche giorno si è sghiacciato completamente il laghetto. Ho pulito un bel po’dalle piante morte.

MAI PIU’ RIPETERO’ L’ERRORE DI LASCIARE LE PIANTE MORTE IN ACQUA, PRIMA DELL’INVERNO VA PULITO AL MEGLIO.


21.01.2017 poichè stamattina ha ghiacciato di nuovo leggermente, molto poco comunque e a metà mattino era già sghiacciato, anche grazie alla pompa accesa e al fatto che avevo spezzato il ghiaccio, comunque ho approfittato per passare la Rotala nella parte centrale del laghetto, in modo che se ghiaccia ancora, lei è più protetta.

img_5749

23.01.17 ho ripreso tutti i giorni ad accendere la pompa, prima col ghiaccio spesso non potevo.


Febbraio

Già i primi giorni di febbraio ho provveduto a fare un po’di pulizia dai residui sul fondo, in giornate diverse ho già iniziato a fare qualche pulizia.

Inoltre pulisco anche la Pistia, dalle pianticelle, e dalle parti, morte, anche se sinceramente avrei dovuto farlo prima, e prepararle all’inverno in modo diverso.

 

 


Resoconto

Stanza fredda ci vanno:

  • Eichhornia Crassipes, messa in vaso con terra e pochissima acqua, alla luce piena
  • Pistia Stratiotes, come sopra, terra e poca acqua, e alla luce piena
  • Ninfee, ma quelle in piccoli contenitori
  • assolutamente le ninfee tropicali (che io non ho), ma ci tengo a precisarlo

All’esterno (al gelo) possono rimanere:

  • Rotala Indica, spostata però più in profondità, se lasciata al gelo si rovina un po’ma resiste bene
  • Lemna Minor
  • Lemna Major
  • Azolla
  • Oenanthe Javanica
  • Ninfee in contenitori più grandi o laghetto

Morte per il freddo durante l’inverno:

  • Eichhornia Crassipes
  • Pistia Stratiotes

 

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Francesca ha detto:

    Ora che ho un pò di tempo mi sono letta un pò di articoli che ho perso (non tutti, ahimè!) e avevo appena finito di vedere il tuo proprio sui pesci ed il laghetto, questa continuazione capita proprio a fagiolo 🙂

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Oh che bello 🙂 beh ne sono felice che tutto si riconnetta 🙂
      Presto ci sarà anche quello sulla ripresa vegetativa di primavera 🙂
      E’ un anticipo.

      Mi piace

  2. AleB. ha detto:

    Devo ammettere che non sono molto esperta di piante, ma mi affascina la tua mecolosità nel prendertene cura e come documenti con precisione i cambiamenti.. Brava! 😘

    Mi piace

    1. Patalano Federica ha detto:

      Grazie mille Ale, mi fa molto piacere che la vedi così 🙂 ci tengo a spiegare passo passo ogni cambiamento, trattamento, problema e minima manutenzione, anche perchè può essere di grande aiuto.
      Quando ho iniziato a fare giardinaggio ricordo che cercavo spesso informazioni in rete, e quindi penso che come siano servite a me info (che poi capita a volte di non trovare) servano anche ad altri, e mi piace soprattutto aggiungere ciò che manca 🙂
      Ti ringrazio ancora 😊

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...