Le Mie Invenzioni – L’Autobiografia di un Genio – Nikola Tesla

Gli inventori…. ci lasciano sempre qualcosa di speciale. Tutti noi potremmo essere inventori nel nostro profondo, chi più chi meno. Ma l’argomento non è questo.


 

Parlo di Le Mie Invenzioni – L’Autobiografia di un Genio. Di Nikola Tesla, composto da 96 pagine.

Nikola Tesla (1856-1943) (ingegnere e inventore di origine serba) assieme a Guglielmo Marconi e Thomas Edison è stato una delle personalità scientifiche di maggiore rilevanza nel XX secolo. A lui si devono importantissime invenzioni, ad esempio la trasmissione dell’elettricità in corrente alternata, il motore elettrico asincrono e la bobina che genera fulmini artificiali. Gli esperimenti che fece, grazie ai trasformatori elettrici, si rivelarono utili anche per la trasmissione delle frequenze radio senza fili. Dopo la laurea in ingegneria lavorò nel campo delle comunicazioni telegrafiche per diverse compagnie europee e si trasferì poi negli Stati Uniti. Li entrò in contatto con Thomas Alva Edison e lavorò nella sua azienda per qualche anno. Arrivò ad ipotizzare la misura della frequenza elettromagnetica della terra, anticipando di molti decenni gli studi del fisico Winfried Otto Schumann. Le sue scoperte diedero un grande slancio allo sviluppo industriale di fine ottocento e permisero di espandere per la prima volta l’elettricità su lunghe distanze. In tutta la sua vita gli furono riconosciuti oltre trecento brevetti (come ad esempio il generatore elettrico e il motore elettrico trifase) alcuni però sono tuttora segreti, nelle mani del governo statunitense. Gli venne attribuita anche la progettazione (però non dimostrata) del “raggio della morte” (arma segreta a particelle magnetiche). Negli ultimi suoi anni elaborò teorie legate alla fisica quantistica e ipotizzò invenzioni particolari, come le tecnologie antigravità, una macchina per fotografare i pensieri e una radio capace di inviare segnali su altri pianeti. Ancora oggi molta gente è interessata, e rimane vivo grazie alle frasi, gli aforismi e le opere dedicate a lui. Ci sono molti libri, documentari e film dedicati a lui.

 

Il libro è la vita di Tesla “raccontata da Tesla in una strana, intrigante autobiografia elettrica“. Parlando di lui, si parla di genio, o di colui che ha trasformato il mondo, e tanto altro. Però pochi sanno chi era realmente, chi era quando non progettava, ideava e inventava. La maggior parte del tempo stava da solo, aveva una personalità eccentrica, e un senso dell’umorismo molto fine, aveva talmente tanta immaginazione che disegnava mentalmente i suoi complessi progetti, e ne valutava la stabilità, prima di disegnarli con carta e matita, questo però gli provocava spesso allucinazioni.

Nel libro ci sono i racconti della sua infanzia, e l’inizio, quando si avviò per le prime volte nel campo delle invenzioni. Racconta come ha rischiato di morire diverse volte, in modi spesso avventurosi, i suoi viaggi in tutto il mondo, il rapporto con Edison, maestro e poi però avversario.

Ingegnere, con grandissima immaginazione, fu uno dei grandi innovatori della fisica moderna, riuscì a realizzare quasi 300 dei suoi progetti disegnati mentalmente, anticipò la futura robotica, cioè la Teleautomatica.

La vita di Nikola Tesla è circondata di così tante leggende che si potrebbe persino dubitare del fatto che egli sia esistito veramente.

Un personaggio eccentrico: giocatore d’azzardo e in gioventù incallito fumatore, che poi si dedicò completamente (con severa autodisciplina), agli studi di ingegneria e alla ricerca tecnica

“Convinto che lo scopo della scienza fosse quello di preservare la vita degli uomini e di dominare il mondo materiale per il benessere e le necessità umane, a questo lavorò con instancabile energia fino alla morte, conducendo un’esistenza solitaria e modesta.”

Nel 1919 Tesla pubblicò questa autobiografia a puntate sulla rivista «Electrical Experimenter», cercando di intrattenere soprattutto i giovani, con la speranza di stimolarli a coltivare con passione i primi slanci creativi, che spesso modellano imprevedibilmente i futuri destini.

Una vita piena di vicende affascinanti e bizzarre, quasi un romanzo in bilico tra genio e follia, apoteosi e fallimento, ricchezza e miseria.

«La scienza è solo una perversione se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità».


Riporto di seguito l’indice:

  1. La mia infanzia
  2. I miei primi tentativi di inventore
  3. Le mie imprese successive
  4. La scoperta della bobina di Tesla e il trasformatore
  5. Il trasmettitore d’amplificazione
  6. L’arte della teleautomatica

Vi lascio l’Anteprima di Le Mie Invenzioni per leggerne qualcosa in più.

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Maria ha detto:

    bella lettura.

    Liked by 1 persona

  2. olmo sessanta ha detto:

    davvero un genio, ma tu mica sei da meno!..(olmocommento)

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Ha ha. Davvero? Grazieeee Olmo. Scriverò le invenzioni di Platycodon 😂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...