Disconnessi – Siamo sempre più isolati – Catherine Steiner-Adair, Teresa H. Barker

Il mondo, o meglio il modo di esistere al mondo, col passare degli anni è cambiato sempre più. E questo si nota dall’età infantile, quando fino a pochi anni fa, da piccoli si giocava all’aria aperta costantemente, invece adesso si rinchiudono in un mondo virtuale fatto di finti giochi, (non) regolati da un’educazione distratta.


 

Parlo di: Disconnessi – Siamo Sempre più Isolati. Come proteggere i nostri figli e le relazioni familiari nell’era digitale. Di Catherine Steiner-Adair, Teresa H. Barker, di 287 pagine.

Le autrici:

Catherine Steiner-Adair è psicologa clinica, consulente scolastica, scrittrice e relatrice (in molte conferenze), con fama riconosciuta a livello internazionale. Esercita la professione privatamente (in Massachusetts), è formatore clinico al Dipartimento di psichiatria della Harvard Medical School e psicologo associato al McLean Hospital. Tiene conferenze in tutto il mondo a un pubblico che va dagli educatori agli operatori della salute, dalle associazioni di genitori e insegnanti, ai gruppi religiosi, dalle società alle organizzazioni no-profit. Vive col marito a Chestnut Hill (Massachusetts), e hanno un figlio e una figlia, giovani adulti, con i quali scambiano felicemente sms, parlano e si connettono.

Teresa H. Barker vive a Portland (Oregon) col marito. È giornalista, madre di tre nativi digitali e co-writer di numerosi saggi. Ha collaborato precendentemente per diversi titoli riguardanti la famiglia e l’educazione.

 

Il libro è una guida ormai indispensabile per proteggere i nostri bambini, avvicinandosi a loro e costruendo sane relazioni familiari positive, utilizzando moderatamente gli strumenti digitali e cercando di sfruttare i vantaggi che questo utilizzo moderato può portarci.

In quest’epoca ormai i bambini giocano con tablet e smartphone scoprendo Internet già da molto piccoli (cosa secondo me esagerata, e che col tempo ha perso il controllo). Gli adolescenti sono spessissimo sui Social, e spesso e volentieri comunicano solo attraverso smartphone, tablet e Pc. Poi ci sono anche i genitori che lavorano online per ore e ore durante il giorno, mentre la sera sl momento del relax navigano con lo smartphone seduti sul divano.

Per via delle nuove tecnologie si è costantemente connessi, anche quando non si vuole, però pensandoci bene si risulta essere più isolati, più distanti, quando attorno ci sono molte cose. Infatti la vita quotidiana ha subito una trasformazione enorme da quando, si può dire, tutta la famiglia è catturata da questi nuovi strumenti digitali.

Però come ci sono fattori positivi, ce ne sono altrettanti negativi! Internet e i Social espongono i nostri figli a moltissimi pericoli! Primo fra tutti è quello di ridurre eccessivamente le attività all’aria aperta, o i giochi creativi, come anche la comunicazione, che sono necessari per un sano sviluppo. Anche il fatto di non essere più capaci di relazionarsi e conversare. La troppa pubblicità. E poi problemi seri che possono riguardare la pedofilia, il bullismo, la pornografia, e molti aspetti che per i bambini sono veramente fuori luogo. Internet è davvero una rete. E può essere fin troppo pericolosa senza uno stretto controllo.

Questo nuovo mondo tecnologico ora è qui per rimanerci, siamo noi che dobbiamo regolarlo, e cercare di non perdere le cose essenziali di tutti i giorni, e di vita. Il contatto profondo con i propri figli, che loro non si sentano isolati e soli, quei piccoli gesti quotidiani. Se questa tecnologia fa parte delle nostre vite quante cose vanno perdendosi.

Catherine Steiner-Adair (autorevole psicologa clinica) spiega che quando le famiglie si trovano di fronte a questi problemi entrano in crisi. Purtroppo oltre alle continue e ripetute distrazioni tecnologiche che danno effetti profondi e duraturi, i bambini hanno anche un necessario bisogno che i genitori li seguano e riescano a dargli quello che la tecnologia non può dare, e cioè: vicinanza, interazioni sincere ed efficaci con gli adulti che fanno parte della loro vita.

Catturando informazioni da storie di vita vera, la dottoressa Steiner-Adair propone essenziali consigli e approfondimenti in base alle diverse fasce d’età, dai 3 anni fino alla tarda adolescenza, e che possono aiutare a comprendere meglio, ad essere più autorevoli e sicuri nella gestione della famiglia con l’ingresso della rivoluzione tecnologica nelle nostre case.


Riporto l’indice:

INTRODUZIONE – La rivoluzione in salotto

  • Smarriti ma connessi: come gli effetti della tecnologia mettono a rischio lo sviluppo dei bambini
  • Quel geniale cervello dei bambini che non ha alcun bisogno di App o Upgrade
  • Il buon senso della tradizione e le meraviglie della tecnologia. Dai 3 ai 5 anni
  • Infanzia “avanti-veloce”: quando spingere “pausa”, “cancella” e “play”. Dai 6 ai 10 anni
  • I ragazzini, gli schermi dietro cui si trincerano, i pericoli dell’indipendenza. Dagli 11 ai 13 anni
  • Adolescenti, tecnologia, lusinghe e problemi: come una recita su un grande (e vorace) schermo
  • Spaventati, pazzi e all’oscuro di tutto. Gli adolescenti dicono la loro su come essere genitori “avvicinabili” nell’era digitale
  • La famiglia sostenibile: trasformare la tecnologia in alleata per rinsaldare i legami e favorire creatività e condivisione

Bibliografia

Note sulle Autrici

Ecco un’Anteprima del libro Disconnessi, per leggerne qualcosa in più.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Articolo bello ed intelligente! Complimenti!

    Liked by 1 persona

    1. Patalano Federica ha detto:

      Grazie mille, eh con i tempi che corrono credo che sia un punto importante su cui riflettere. Il web ora fa parte di noi, ma c’è sempre un limite.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...