I simboli di primavera

L’arrivo della primavera si sente nell’aria, i cambiamenti sono percepibili. Questo grazie ai simboli che per me caratterizzano la primavera.


Nonostante la presenza costante di fauna in giardino, inevitabilmente in inverno molti animali si rintanano, quelli che si continuano a vedere sono pochi: aironi, picchi, pettirossi, merli, cinciarelle, cinciallegre, ma non solo; e poi di notte il verso delle civette. Con l’arrivo della primavera la prima cosa a cui si fa caso è il canto degli uccelli di nuovo in attività, una varietà di canti allegri che fanno capire che tutto riprende vita. E poi i voli che si osservano un po’ ovunque: il cielo per loro non ha multe e divieti. E i tramonti speciali.

La campagna si anima.

Si rivedono lucertole, insetti, pesci tornano attivi, rane che sbucano fuori dall’acqua per prendere il sole, anatre in volo, gli storni ricominciano a cantare, a poco a poco torneranno le rondini, e poi i pipistrelli che già all’imbrunire si scorgeranno a volare sopra la testa, e sono solo pochissimi dei tanti animali non citati, come libellule, ragni, farfalle….


Uno dei fiori che dall’inverno si trascina fioriture continue, donando colore anche in quel periodo e resistendo ai geli intensi, è la Violetta ibrido, le Viole del pensiero.

IMG_20180326_144822.jpg

IMG_20180326_144835.jpg

IMG_20180326_144853.jpg

IMG_20180326_144908.jpg

Ma non solo, poiché di violette ce ne sono molte e una dei simboli incontrastati della primavera è lei, la Viola mammola o Viola odorata.

E poi anche la Viola tricolor.

C’è anche la Veronica persica, gli occhi della Madonna, quel dolce e delicato fiorellino che cresce creando distese azzurre nei prati.

IMG_20180325_095943.jpg


L’olfatto in questo periodo cattura tante essenze, i primi bulbi primaverili che a poco a poco cominciano a fiore, come giacinti, i crochi, i muscari e molti altri, che lasciano un’aroma deciso, forte, a farsi spazio per animare le danze. E ovviamente non deludono a deliziare la vista, donando colore, che anch’esso rianima quello che era il paesaggio spento e cupo dell’inverno.

IMG_20180326_141535.jpg

IMG_20180326_122116.jpg


E poi arbusti e alberi che si preparano a esplodere di fiori, come gli alberi da frutto, gli arbusti da fiore, e in questo caso i boccioli del Viburnum tinus donano colore.

IMG_20180323_152359.jpg

Ma non solo, perché anche le foglie fanno da protagoniste, in forme attorcigliate, accartocciate, come se uscissero dal bozzolo.

Qui abbiamo l’Acer palmatum, che mi ha donato stupende fotografie ogni anno.

IMG_20180325_100002.jpg


E non dimentichiamo un’altra delle importanti protagoniste di ogni primavera!! Le margherite o meglio Bellis perennis

 


Per passare ad un bel fiorellino rosa dalla forma moooolto selvatica, ovvero la Ballota nigra.

IMG_20180325_100507.jpg


Ecco un altro classico simbolo: la Primula. Con i suoi tantissimi ibridi colorati, che piantate in un’aiuoletta e lasciate li, ogni anno andranno a rifiorire.

IMG_20180325_135445.jpg

IMG_20180326_141422.jpg

IMG_20180326_141432.jpg

IMG_20180326_144920.jpg


Un po’ meno comune, ma anche il Sedum palmeri che si prepara a sbocciare è indicatore di primavera!!

IMG_20180325_100600.jpg


Non indica primavera, ma facendo svernare in casa, al caldo, l’Hibiscus rosa-sinensis, un mese fa è incominciato a intravedersi un bocciolino, che ora è così.

Ma c’è anche la Saxifraga selvatica, che addirittura da qualche anno trovo fiorita sul tetto!

IMG_20180325_175159.jpg


Ma non è solo questo, la primavera ridona il contatto con la natura, il contatto con la terra si fa di nuovo frequente: preparazione del terreno, trapianti, semina….

I sensi sono quasi tutti impegnati, tranne il gusto che si attiverà più avanti per gustare i doni di orto e frutteto, ma anche i fiori che ora sono molto usati in insalate e non solo.

E poi il sesto senso, quello che nel giardino è tutto, il sole che comincia a scaldare le giornate all’aria aperta, che si fa sentire addosso; quella empatia con le nostre pianticelle bisognose, che riusciamo (non sempre) a capire, ma quando si crea un certo equilibrio si riescono a comprendere…. Tante altre sensazioni dona la natura.

Ora viviamoci le belle giornate che man mano diventano più calde, con giornate che a poco a poco rimangono sempre più illuminate dopo il cambio d’ora e questo mi rallegra molto.

Buon Giardinaggio.

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. sidilbradipo1 ha detto:

    Che splendore, il tuo giardino già germoglia e offre uno spettacolo di colori e profumi >3
    Qui, fa ancora freddino e la natura aspetta, ma prima o poi… 😛
    Bacione
    Sid

    Mi piace

  2. newwhitebear ha detto:

    l’acero ha già fatto le fooglie? Il mio, che fra l’altro è anche il mio avatar piuttosto bruttino, ha solo gemme. Le violette sono in gran splvero ma il resto è piuttosto in ritardo.

    Mi piace

  3. Paola ha detto:

    Grazie! Una pagina piena di allegria, di vita!

    Mi piace

  4. Valenty Sidewinder ha detto:

    Che belle le viole del pensiero! Volevo coltivarle anche io ma non ho trovato i semi :/
    A me stanno crescendo le margheritine e i convulvoli *^*
    Non vedo l’ora che il mio giardino diventi bello colorato e in vita come il tuo ❤

    Mi piace

  5. Maria ha detto:

    adoro la primvera,la mia stagione preferita (subito dopo l’estate 🙂 ) quando tutto riprende la vita -anche noi- e pure sul mio balcone sono apparsi i fiori di viola nei bei vasetti di ceramica .Quanto mi piace adesso prendere un caffe’ sul balcone… 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...